Scarica gratis
l'e-Book "Imprenditori del Web con Amazon"

Scarica eBook.

Marco Bazzan - Lunedi 16 Luglio 2018 - 10:20:31

Grazie alla collaborazione con i Seller, Amazon ha implementato alcuni miglioramenti ai codici promozionali per i social media e Prime Day rappresenta una ottima occasione per testare queste migliorie. Si possono creare in meno di un giorno ma bisogna assicurarsi di avere abbastanza inventario per gestire l'aumento di richiesta che si vede durante Prime Day.

Porta traffico tramite Influencer e associati:
I Seller che sono stati accettati nella "Amazon Brand Registry" da oggi possono condividere i codici promozionali con gli influencer Amazon e gli associati per aumentare il traffico alle loro pagine. Quando si generano nuovi codici ora si trova una opzione apposta che permette di condividerli con influencer e associati. Se non si fa nulla Amazon imposterà automaticamente l'opzione che permette di condividerli - questo non si potrà più modificare una volta che la promozione viene creata o cancellata. Una volta che la promozione è stata approvata la si potrà trovare su "Associates Central" dove tutti gli influencer e gli associati la potranno cercare e trovare, copiarne il link e condividerla con i loro follower per portare traffico alla vostra pagina. Inoltre Amazon potrà notificare gli influencer che hanno raccomandato i tuoi prodotti una volta che la promozione viene creata. Se non si vuole partecipare a questo programma basta deselezionare questa opzione durante la creazione del codice.
N.B.: Se il tuo brand non è stato incluso nella Amazon Brand Registry questa opzione non sarà disponibile.

Aggiornamenti di design alla pagina di marketing:
Amazon ha aggiornato la pagina per essere vista in anteprima, prima che la promozione abbia inizio, permettendo ai clienti di proseguire con il loro shopping sulla pagina anche una volta che la promozione è finita. E' stato migliorato anche il design delle pagine con i codici di promozione ed è stato resa più semplice la ricerca dei beni con le loro varianti.
Ricordati che quando crei una promozione riceverai un URL unico per la pagina di marketing per ogni promozione. L'URL lo puoi trovare seguendo il menu SellerCentral > Advertising > Promotions > Manage your promotions da ogni pagina dettagli delle promozioni, e poi potrai condividerlo con i tuoi clienti. Quando i clienti visitano la pagina durante la promozione, potranno aggiungere prodotti adeguati al loro carrello e lo sconto verrà applicato automaticamente al momento del pagamento.

Esperienza migliorata sui Social Media:
Amazon ha migliorato anche l'anteprima del link quando tu o gli influencer condividerete il codice promozionale sui social.

Per creare codici promozionali puoi andare dentro a Seller Central e poi seguire Advertising > Promotions > Create a promotion > Social Media Promo Codes.

Buone vendite!
 

Marco Bazzan - Venerdi 13 Luglio 2018 - 08:59:02

In questo breve video Alessandro Zedda ci farà vedere come aggiungere un prodotto al nostro inventario per venderlo poi in BuyBox.

Cos'è un BuyBox?

E' uno strumento di vendita molto redditizio su Amazon riservato a tutti i Seller PRO...se vuoi sfruttarlo anche tu, impara subito a farlo con la nostra business academy!

Marco Bazzan - Lunedi 9 Luglio 2018 - 05:02:13

La data Prime Day 2018 è stata confermata: 16 Luglio!

Assicuratevi come Seller di sfruttare al massimo questa opportunità!

1) Mettete in evidenza i vostri prodotti:

Sfruttate i servizi "pay-per-click" di Amazon per mettere in evidenza i vostri annunci ad un nuovo pubblico.

2) Raggiungete i vostri clienti sui social:

Promuovete i vostri prodotti sui social con creatività/testi/video dedicati a Prime Day.

3) "Lucidate" i vostri annunci:

Assicuratevi di avere foto, descrizioni e titoli nella miglior condizione possibile.

Nel post precedente abbiamo condiviso i numeri da capogiro che genera questo evento speciale, non potete perdervi questa enorme opportunità!

Marco Bazzan - Martedi 3 Luglio 2018 - 10:32:44

Siete pronti per Prime Day 2018?

Segnatelo in agenda — Amazon Prime Day 2018 è previsto per il 16 Luglio. Dovrebbe iniziare Lunedì a mezzogiorno per poi finire a mezzanotte di Martedì 17, quindi sarà di 6 ore più lungo in confronto all'anno precedente, che era già 6 ore più lungo dell'anno precedente ancora! Più tempo, più offerte, sembra essere questa la strategia di Amazon.

Quindi torna Prime Day, ma sarà il più grande di sempre oltre ad essere il più lungo? Probabilmente si visto che recentemente Jeff Bezos ha condiviso nella lettera annuale agli shareholder che Prime ha più di 100 milioni di iscritti in giro per il mondo.

E visto che ogni Black Friday, Cyber Monday e Prime Day è sempre stato più grande del precedente visto che la loro presa sul mercato continua a crescere, possiamo dire con abbastanza certezza che questo Prime Day 2018 sarà un ulteriore passo avanti!

I giorni di sconti come Prime Day sono diventati ormai un trend globale e riscuotono un successo enorme per i negozianti (fisici o virtuali). In Cina il "Single's Day" che si svolge l'11 Novembre è diventato il più grande giorno di vendite commerciali al mondo.

Nel 2017, Alibaba ha ottenuto un record $25.3 miliardi di fatturato in vendite solo quel giorno. Per paragone, Amazon ha fatturato $1 miliardo con Prime Day dello stesso anno.

Principalmente le persone cercano di comprare in offerta tutto quello che necessitano, ma ormai vista la popolarità di questi eventi alcuni acquistano solo per "partecipare".

Ricapitolando Amazon Prime Day 2017

Per Prime Day 2017 Amazon ha ricevuto il più alto tasso di iscrizioni al servizio Prime di qualsiasi altro giorno nella storia del colosso dell'ecommerce. E' stato anche il giorno con il maggior fatturato nella storia di Amazon, fino al Cyber Monday 2017 che rimane fino ad oggi il giorno da recordo.

Per Prime Day 2017, Viral Launch ha attivato dei grafici interattivi per confrontare le vendite effettuate con Prime Day a una media di 30 giorni. Questi grafici permettono alla communità di Seller di vedere i trend per tutte le categorie combinate, accompagnato dalle categorie individuali, incluse quelle per i private label più comuni come "Beauty & Personal Care, Office Products, etc".

L'anno scorso un Seller ottenne un aumento di vendite del 6000% nella finestra di 30 ore.

Questo aumento fu misurato contro la media base delle 2 settimane prime di Prime Day. Prendendo una media di 30 ore, 2 settimane prima dell'evento è stato possibile misurare l'importanza dell'evento e arrivare a questa cifra sbalorditiva.

Grazie ai dati del software di ricerca dei prodotti di Viral Launch hanno potuto stimare un aumento generale del 252% su Amazon in generale, sempre in confronto alla media di base su tutte le categorie.

Adesso che ci sarà Prime Day 2018 Viral Launch seguirà ancora questi dati, con aggiornamenti ogni 60 secondi per permetterci di vedere i record in tempo reale!

Preparandosi per Amazon Prime Day 2018

Sin dal 2015 quando ci fù il primo, Amazon Prime Day continua ad essere una opportunità di vendite estremamente interessante per i Seller. Quindi come puoi organizzarti per sfruttare al massimo questa opportunità?

Inizia da subito a selezionare bene i tuoi prodotti in vendita, assicurandoti che siano ottimizzati al meglio e che risultino nella prima pagina di vendita per le "key word" relative con in volumi maggiori. La visibilità è fondamentale! Quando i clienti arrivano sul sito per fare acquisti vuoi essere tra i primi che vedono.

Saldi promozionali sono un ottimo modo per migliorare il tuo ranking e la tua visibilità. Imposta a calendario il lancio di un prodotto subito prima di Prime Day 2018 per aumentare la tua esposizione e per migliorare lo storico delle vendite. Entrambi questi aspetti sono fondamentali per un buon ranking.

Con così tanti sconti, Amazon Prime Day attirerà clienti "a palate". Sappiamo grazie ai dati dell'anno scorso che molti seller alle prime armi hanno avuto un aumento di vendite del 1000%. Assicurati di sfruttare questo aumento di traffico. Ripulisci le pagine di vendita e organizza il lancio dei tuoi prodotti subito.

Cosa aspettarsi da Prime Day 2018

Sappiamo che le vendite saranno probabilmente tantissime, ma quali saranno gli sconti migliori e quali prodotti saranno i più venduti?

Nel 2017 il prodotto più venduto fù l'Amazon Echo Dot, chissà chi prenderà la corona quest'anno. I prodotti Amazon hanno spesso enormi sconti e hanno un'alta richiesta, quindi occhio a Alexa, Echo, Show, Spot e Dot, Kindle, Tap Speakers e Fire TV.

Al di fuori dei prodotti Amazon, nel 2017 gli "Instant Pot Multi Cookers" fecero dei numeri impressionanti. Gli sconti maggiori avverranno il 17 però già molti si stanno preparando e ci saranno alcune opportunità in anticipo.

Sarà interessante capire se l'acquisto di Whole Foods da parte di Amazon quest'anno avrà dei riscontri positivi visto che i membri Prime hanno degli ulteriori sconti sul mercato americano.

Lo hai segnato a calendario? Preparati, sarà una giornata storica!

Buone vendite a tutti!
 

Marco Bazzan - Lunedi 18 Giugno 2018 - 08:23:00

Marco Bazzan - Lunedi 11 Giugno 2018 - 05:06:23

In questa seconda video pillola Alessandro Zedda completa una analisi specifica per un prodotto interessante da poter vendere in Buy Box.

Buona visione!

Marco Bazzan - Lunedi 4 Giugno 2018 - 10:58:16

In questa pillola andremo a trattare il BuyBox con ricerca ed analisi di prodotti.

Da una lista di prodotti con tutti i dati necessari (codici, prezzi, etc etc...) andremo a valutare quali saranno più adeguati per noi e quali saranno da vendere su Amazon.

Buona visione!

Marco Bazzan - Martedi 29 Maggio 2018 - 10:21:19

amazon consegna in macchina

Volvo Cars si è alleata ad Amazon per offrire il servizio di consegna pacchi direttamente a bordo dell’auto. Una possibilità per i clienti di alcune città statunitensi, che Volvo già offre in alcuni Paesi del Nord Europa. Indispensabile lʼutilizzo della piattaforma Volvo On Call, accessibile tramite unʼapp di facile utilizzo installata sullo smartphone.

Fonte: TGCOM24

Marco Bazzan - Giovedi 17 Maggio 2018 - 10:37:08

Amazon Marketing Services

Amazon sta prendendo il più grande passo fino ad oggi nel campo del marketing digitale, testando un nuovo tipo di offerta "display ad" che minaccia fatturati miliardari dei simili a Google e Criteo.

Questo strumento permetterà ai venditori su Amazon di pagare per delle pubblicità che seguiranno i potenziali clienti in giro per il web, invitandoli a tornare su Amazon per comprare. Il gigante dell'e-commerce sta invitando alcuni seller specifici per fare i primi test di questo strumento in questo mese.

Attualmente Amazon permette ai seller di acquistare pubblicità sulla piattaforma e-commerce  nei risultati di ricerca. Questo nuovo strumento permetterà ai venditori di pagare per delle pubblicità che appariranno su altri siti o altre app, dandogli molta più visibilità. I venditori pagheranno solo quando un cliente farà click sulla pubblicità. Attualmente non è ancora stato specificato quali siti/app potranno far visualizzare queste pubblicità esattamente, ma le previsione sono ampie.

Questo tipo di marketing che attraversa più siti o app è una industria enorme. Criteo, una azienda francese ha generato $2,3 miliardi nel 2017 con la sua tecnologia di re-targeting che permette alle aziende di tracciare e proporre pubblicità ai clienti on-line che hanno dimostrato interesse per i loro prodotti in passato.

Le previsioni dicono che nel 2021 le pubblicità su siti web e smarphone/tablet rappresenterà metà delle spese totali di marketing negli stati uniti, sorpassando le spese nel mondo della televisione, radio, quotidiani e cartelloni...TUTTI INSIEME.

Stime dicono che le pubblicità su Amazon hanno generato $1,7 di fatturato nel 2017, mentre Google ha incassato $95 miliardi da tutte le tipologie di pubblicità e Facebook $40 miliardi. Amazon ha ancora tantissimo potenziali di crescita in questo settore.

Questo vuol dire che anche i venditori su Amazon hanno ancora tantissimo potenziale di crescita.

Marco Bazzan - Martedi 8 Maggio 2018 - 05:08:29

citazione successo Bezos

L'uomo più ricco del mondo ha appeso da anni sul proprio frigorifero la frase che secondo lui definisce il successo più di qualunque altra:

«È ridere spesso e tanto; avere il rispetto delle persone intelligenti e l’affetto dei bambini; guadagnarsi il riconoscimento dei critici onesti e sopportare il tradimento dei falsi amici; apprezzare la bellezza; trovare il meglio negli altri; lasciare un mondo migliore, che si tratti di un bambino in salute, un pezzo di giardino, o il riscatto di una condizione sociale; sapere che perfino una sola vita ha respirato più facilmente perché tu hai vissuto. Questo significa aver avuto successo». Firmato Ralph Waldo Emerson.

Che possa esservi a tutti di stimolo per ottenere anche voi i vostri obbiettivi!

Marco Bazzan - Giovedi 26 Aprile 2018 - 06:09:57

alimentari Amazon

Negli stati uniti Amazon ha già preso un buon regime per quel che riguarda la spesa on-line, ma ora anche in Europa questo settore sta prendendo piede, specialmente in paesi come UK e Germania.

One Click Retail è una delle fonti più autorevoli nel mondo e-commerce e le loro stime per il primo trimestre a riguardo delle vendite di prodotti alimentari su Amazon negli Stati Uniti parla di una crescita del 50% per un incremento di fatturato che si aggira sui $200 milioni!

Per fare un paragone, il più grande competitor di Amazon in questo settore sarebbe il colosso Walmart, che però detiene solo il 9% delle quote di mercato, contro il 18% controllato da Amazon.

Questo divario è destinato ad aumentare grazie all'acquisto per $13 miliardi di Whole Foods da parte di Amazon che adesso permette anche la consegna di alimentari freschi tramite il servizio Prime nelle città di San Francisco, Atlanta e Los Angeles.

USA: Caffè sempre in prima posizione, ma occhio ai deperibili

Quali sono gli alimentari più venduti da Amazon negli Stati Uniti?

Nelle prime posizioni troviamo le bevande, specialmente il caffè che da sempre è tra le categorie di alimentari più venduti da Amazon. Da tenere sott'occhio però in particolare sono nuove categorie che si stanno facendo spazio, come latte e panna che secondo il report hanno visto la crescita più elevata con un +152%, sintomo di una fiducia aumentata nei confronti di Amazon e dell'acquisto di beni quotidiani/deperibili.

Europa: UK e Germania, dominio delle bevande alcoliche

Anche se si parla di volumi totalmente diversi, anche in Europa si sta vedendo una crescita delle vendite degli alimentari su Amazon. Nel Regno Unito si tratta di un mercato da £45 milioni, con una crescita del 45% rispetto al 2017, mentre in Germania si parla di €65 e una crescita del 33%. La differenza con lo scenario americano però è che nel Regno Unito al primo posto troviamo sempre bevande, ma di genere alcolico, come birra, vino e superalcolici, seguiti da prodotti da forno, snack e dessert. Anche in Germania troviamo al primo posto sempre bevande alcoliche (40% delle vendite complessive) con una forte crescita della categoria snack & dessert. Da tenere sott'occhio invece sarà la prevista crescita degli alimenti freschi, grazie al servizio Amazon Fresh in città come Amburgo, Monaco e Berlino.

Fonte: One Click Retail

Marco Bazzan - Giovedi 19 Aprile 2018 - 03:07:19

Jeff Bezos, CEO di Amazon, ha recentemente condiviso il numero esatto di iscritti Prime, sottolineando il grande successo del programma che può contare su oltre 100 milioni di abbonati.

Marco Bazzan - Giovedi 12 Aprile 2018 - 04:49:55

Amazon Building Entrance

Nel 2017 Amazon è stata l'azienda americana a spendere più di tutti nella ricerca e sviluppo, aumentando i propri sforzi economici in questo settore del 41% in confronto all'anno precedente, per arrivare ad un investimento totale di 22,6 miliardi di dollari!

Il secondo posto viene assegnato ad Alphabet che ha investito 16,6 miliardi, seguita da altri grandi nomi come  Intel (13,1), Microsoft (12,3), Apple (11,6), Johnson & Johnson (10,4), Merck (9,6), Ford (8), Facebook (7,8) e Pfizer (7,6).

Marco Bazzan - Mercoledi 4 Aprile 2018 - 03:31:40

Secondo una delle più importanti agenzie che gestisce circa la metà delle operazioni di pagamento effettuate con carte in Italia, durante il periodo di Pasqua (dal 31 marzo al 2 aprile), sono stati spesi 15 milioni: il 23,5% in più rispetto ai 12,1 milioni della Pasqua 2017. Una crescita che testimonia come gli italiani inizino ormai a prendere confidenza con i pagamenti digitali, che si tratti di quelli effettuati tramite carte di credito, debito o prepagate direttamente negli esercizi commerciali o tramite e-commerce.

Secondo il quadro disegnato dall'agenzia, 4 milioni di transazioni sono relativi ai pagamenti online, pari al 26,5% del totale, in crescita del 44% circa rispetto al 2017, quando in Italia erano state effettuate 2,8 milioni di operazioni online.

Quanto poi al commercio tradizionale, anche in questo caso  il trend dei pagamenti tramite carte mostra il segno più, con un aumento del 17,5% rispetto alle festività pasquali del 2017 e 11 milioni di operazioni a fronte dei 9,3 milioni dell’anno scorso.

Fonte: pagamentidigitali.it
 

Marco Bazzan - Lunedi 26 Marzo 2018 - 04:46:48

Drone Consegna pacchi

Amazon crede tantissimo nella consegna dei pacchi tramite droni ed è chiaramente convinta che questa sia davvero la nuova frontiera delle spedizioni. Recentemente è arrivata notizia dall'Ufficio Brevetti e Marchi degli Stati Uniti di un nuovo sistema in grado di rispondere ai gesti umani.

 

L'obiettivo di Amazon è quello di sviluppare una flotta di veicoli aerei senza equipaggio in grado di inviare rapidamente pacchetti ai clienti in trenta minuti o meno. Il brevetto in questione potrebbe aiutare Amazon a cimentarsi con il modo in cui i robot volanti possono interagire con gli spettatori umani e con i clienti che aspettano sul ciglio della porta.

A seconda dei gesti di una persona il drone sarà in grado di comportarsi di conseguenza. La macchina potrebbe rilasciare il pacco che sta trasportando, alterare la traiettoria di volo per evitare incidenti, chiedere agli umani informazioni o interrompere la consegna.

Tra le varie illustrazioni viene mostrata una persona fuori da casa, che sbatte le mani in quello che viene descritto da Amazon come "un modo poco accogliente", il tutto correlato da una bolla vocale che esce dalla bocca dell'uomo, a conferma di una situazione poco gradevole.

"Il destinatario umano e/o gli altri esseri umani possono comunicare con il veicolo utilizzando gesti umani per aiutarlo lungo il percorso di consegna" si legge nel brevetto.

Un altro diagramma descrive un sistema di lettura del linguaggio del corpo umano durante la consegna. Secondo il brevetto, il sistema di comunicazione del drone includerebbe una serie di sensori, tra cui uno di profondità e telecamere in grado di rilevare la luce visibili, ad infrarossi ed ultravioletta. I droni saranno in grado di riconoscere i gesti delle mani e del corpo, oltre alle voci umani ed il movimento delle persone.

Se i droni si ritengono liberi di effettuare la consegna, rilasciano il pacco con un'imbottitura extra per evitare il danneggiamento della merce.

Fonte: everyeye.it

Marco Bazzan - Venerdi 23 Marzo 2018 - 06:48:10

Per la prima volta la capitalizzazione del colosso di ecommerce ha sorpassato quella della holding di Google. Vanta una capitalizzazione in Borsa pari a 768 miliardi di dollari

Amazon Vs. Google

Per la prima volta la capitalizzazione di Amazon ha sorpassato quella di Alphabet; questo ha permesso al colosso americano del commercio elettronico di diventare la seconda azienda al mondo quotata piu’ grande dopo Apple, che semina tutti di molto. Amazon (+2,69% a 1.586,51 dollari) vanta una capitalizzazione di 768 miliardi di dollari; il titolo di Classe C della controllante di Google (-0,2% a 1.097,71 dollari) ha un valore di 762,8 miliardi. Apple (-0,03% a 175,24 dollari) ha una capitalizzazione di 889,2 miliardi. Gli investitori temono che Alphabet possa essere travolta dalle polemiche che hanno investito pesantemente Facebook, apparentemente incapace di tutelare i dati dei suoi utenti come suggerisce il caso di Cambridge Analytica.

Fonte: Corrieredellasera.it

Marco Bazzan - Martedi 13 Marzo 2018 - 10:53:28

La Federal Aviation Administration vicina all’autorizzazione. Sperimentazioni in vista da maggio, il lancio ufficiale possibile già in estate. Mentre Google, Amazon, General Electric, Boeing si preparano a lanciare una “superstrada” a bassa quota, tutta privata, riservata ai mini-velivoli unmanned.

drone

Droni consegna-pacchi negli Usa già dalla prossima estate. E’ la previsione che rimbalza sui media americani dopo la notizia (lanciata dal Wall Street Journal) secondo cui la Federal Aviation Administration (Faa), l’autorità federale per la sicurezza aerea, sarebbe a un passo dal dare il via libera alla consegne via drone. La mossa, un assist ad Amazon che da tempo sta lavorando ai mini-velivoli per l’ultimo miglio della propria filiera, sarebbe in linea con gli obiettivi della Casa Bianca che punta ad accelerare per recuperare terreno: in Australia e Uk le sperimentazioni sono già state avviate.

Le sperimentazioni potrebbero partire da maggio. Amazon, in particolare, punta a consegnare ai clienti pacchi del peso massimo di 2,3 chili entro un raggio di 20 miglia.

Rimangono però alcuni ostacoli nel raggiungimento dell’obiettivo. I gruppi tecnologici devono dare una serie di rassicurazioni in tema di sicurezza alle autorità. E la Faa deve mettere a punto un percorso legale per aggirare le restrizioni sull’uso di droni nella consegna delle merci. Secondo Jay Merkle (Faa) i droni potrebbero essere pronti ai primi decolli commerciali “già da questa estate”. Nessun commento da Amazon anche se il responsabile consegne, Gur Kimchi, ha detto che le restrizioni legislative dovrebbero essere superate entro il 2019.

Il tutto, mentre Amazon, General Electric, Google, Boeing stanno già lavorando alla realizzazione di una “superstrada” aerea per droni, interamente gestita e finanziata da privati, in alternativa a quella federale.

Fonte: Corrierecomunicazioni.it

 

Marco Bazzan - Giovedi 8 Marzo 2018 - 03:23:40

Amazon sta pensando alla sua cripto moneta, utile inizialmente per il settore dei "gamers" ma nulla vieta che più avanti questa moneta non venga applicata agli acquisti on-line dell'e-commerce più famoso al mondo.

L'articolo di tecnoandroid.it ha altri dettagli:

http://www.tecnoandroid.it/2018/03/04/anche-amazon-la-sua-criptomoneta-diamo-benvenuto-refereum-314261

Marco Bazzan - Martedi 27 Febbraio 2018 - 08:51:38

Amazon annuncia oggi che le aziende italiane che vendono su Amazon Marketplace hanno raggiunto la cifra record nelle vendite all’estero di oltre €350 milioni nel 2017. Oltre 10 mila imprese italiane vendono su Amazon Marketplace e oltre un terzo esportano i loro prodotti soprattutto in Europa e alcune anche in tutto il mondo.

Marco Bazzan - Lunedi 19 Febbraio 2018 - 04:50:27

Il grande Michele Tampieri condivide la sua recensione sul nostro corso di Imprenditori del Web

Marco Bazzan - Giovedi 8 Febbraio 2018 - 05:43:17

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - New York, 07 feb - La capitalizzazione di Amazon ha per poco superato quella di Microsoft per la prima volta diventando la terza piu' grande azienda americana, dietro ad Alphabet e Apple (che semina tutti di gran lunga). Il valore di borsa del colosso americano del commercio elettronico e' attualmente di 700,5 miliardi di dollari ma si era portata sopra i 704 miliardi poco fa. La capitalizzazione di Microsoft e' di 702,3 miliardi di dollari. Alphabet vale 744,9 miliardi e Apple 820 miliardi. Da inizio anno il titolo Amazon e' salito del 24,4% e negli ultimi 12 mesi del 79%. Microsoft ha aggiunto il 6,6% nel 2018 e il 43,8% nell'ultimo anno. La controllante di Google ha messo a segno un rialzo dell'1,8% da gennaio e un +29% nell'ultimo anno. Apple e' in calo del 4,5% da inizio anno ma e' salito del 22,8% nel corso degli ultimi 12 mesi.

Marco Bazzan - Mercoledi 31 Gennaio 2018 - 11:38:16

Ecco come Amazon gestisce i suoi magazzini in America.
Presto questa tecnologia verrà implementata anche nei magazzini italiani.

Marco Bazzan - Venerdi 26 Gennaio 2018 - 08:13:24

Marco Bazzan - Giovedi 25 Gennaio 2018 - 04:29:03

Ringraziamo anche Massimo per questa ottima recensione del nostro corso e della Business Academy:

Marco Bazzan - Mercoledi 24 Gennaio 2018 - 03:24:37

Ringraziamo Guido, che una volta finito il corso ha fatto questa video recensione della Business Academy:

Marco Bazzan - Lunedi 22 Gennaio 2018 - 03:15:44

amazon go

Lunedi mattina ha aperto i battenti al pubblico Amazon Go, dove per fare la spesa basta avere sotto mano l'app, senza tirare fuori il portafogli.

Dopo quasi un anno di test, apre il nuovo negozio fisico di Amazon Go dove potere acquistare la merce esposta sugli scaffali con un cestino ''virtuale''. Se il prodotto viene rimesso al suo posto, il sistema è in grado di stornarlo dal conto. Le vetrine piene di bibite, snack e altri prodotti alimentari ''nascondono" centinaia di sensori che - insieme alle telecamere - ne tracciano lo spostamento. Dietro al sistema intelligente che va a sostituire i registratori di cassa e le eventuali code in attesa, c'è la tecnologia proprietaria "Just Walk Out", sviluppata ad hoc dall'azienda dopo avere studiato per anni le abitudini dei consumatori Usa. L’apertura del negozio era prevista nei primi mesi dell’anno scorso, me è stata rimandata per garantire che il sistema funzionasse al cento per cento.

Fonte: La Repubblica
Foto: Reuters

Marco Bazzan - Venerdi 12 Gennaio 2018 - 02:48:54

digital amazon dash

Fonte immagine: Amazon.com

La digitalizzazione dei pulsanti Amazon Dash, volta a rendere sempre più immediati e veloci gli acquisti, si è estesa da poche ore anche alle terze parti, grazie ad un tool dedicato agli sviluppatori.

Con un comunicato ufficiale, Amazon ha annunciato il nuovo kit Virtual Dash Button Service (VDBS), che consentirà ad altre aziende di creare i propri pulsanti Dash digitali, visualizzabili sugli schermi di una molteplicità di device, in modo da creare una lista di scorciatoie rapide per l'acquisto di alcuni prodotti con un solo click.

Amazon ha poi fornito un aggiornamento sul servizio Dash Replenishment, pensato per il riordino di alcuni materiali di consumo, prima del loro esaurimento.

Tra i nuovi brand che hanno aderito al servizio troviamo HP ed Epson, che stano sviluppando stampanti con riordino automatico dell'inchiostro, 3M al lavoro su filtri dell'aria che possono essere ordinati prima della sostituzione, ed infine, anche Illy (noto marchio di produzione di macchine e cialde per il caffè) cercherà non lasciarvi mai senza la vostra carica di caffeina.

Come sempre, tutte queste novità fanno riferimento al solo mercato americano, in Italia stiamo ancora aspettando la versione digitale di Amazon Dash.

Fonte: HD Blog.it

Marco Bazzan - Mercoledi 10 Gennaio 2018 - 05:51:40

Mercato mondiale Amazon

Marco Bazzan - Giovedi 14 Dicembre 2017 - 09:07:22

Camion Amazon

Le spedizioni Amazon potrebbero diventare “in house”, riducendo il sovraffollamento nei magazzini e consentire a più utenti Prime di sfruttare la spedizione a due giorni dei suoi prodotti.

Ad oggi Amazon ha sempre affidato le sue consegne ai partner di terze parti, tra cui FedEx, UPS o anche BRT, GLS e Poste Italiane in Italia; la creazione di servizio di consegna interno e gestito interamente in proprio sarebbe un altro passo verso la riduzione della sua dipendenza da entità esterne, oltre ad una ulteriore integrazione verticale della sua catena logistica, con potenziale riduzione dei costi.

I test (dice Bloomberg) avrebbero preso il via già da due anni in India, e Amazon si starebbe preparando segretamente per espandere il servizio negli Stati Uniti con il nome di Seller Flex. Un fase di test è già iniziata con base sulla West Coast, e verrà esteso agli altri Stati a partire dal ​​prossimo anno.

Per Amazon sviluppare i propri prodotti e assicurarsi di arrivare a casa degli utenti appoggiandosi alla minor quantità possibile di aziende di terze parti è sicuramente una priorità assoluta.

Per un’azienda che gestisce oggi un negozio sperimentale di farmaci, dispone di una catena di supermercati USA, librerie fisiche, servizi di smart home, video e musica in streaming, oltre a uno dei maggiori e-commerce del globo, lo sviluppo anche di un servizio di consegna proprietario sembra sottintendere il messaggio che Amazon possa ormai essere in grado di gestire interamente tutta la catena, dalla produzione (come succede per alcuni tipologie di oggetti) fino al recapito in casa del cliente

Fonte: Macitynet.it

Marco Bazzan - Giovedi 30 Novembre 2017 - 02:59:34

red amazon speaker

Se siete a corto di idee per gli acquisti natalizi, vi segnaliamo un regalo che, oltre a rendere certamente felice chi lo riceverà – specie se si tratta di una persona amante della tecnologia o della musica –, contribuirà a debellare Aids, tubercolosi e malaria. Di quale oggetto stiamo parlando? Dello speaker Echo di Amazon che, per l’occasione, si tinge di rosso.

In questi giorni infatti il colosso statunitense ha firmato un accordo con Product Red, marchio no-profit usato da tutte le aziende che vogliono contribuire alla causa benefica, e, a partire dal 6 dicembre in USA, ogni Speaker rosso venduto contribuirà a sostenere il Fondo Globale per la lotta all’ Aids, alla tubercolosi e alla malaria in Africa.

L’Echo costerà 99 dollari, come le versioni in tessuto di altri colori, ma, per ogni speaker rosso acquistato, Amazon destinerà 10 dollari in favore del Fondo Globale.

La compagnia di Jeff Bezos non è la prima a sostenere questa importante iniziativa: da Armani, a Dell, a Starbucks, sono state diverse le aziende disposte a sostenere questa campagna creando prodotti in edizione speciale rossa. Anche la Apple, tempo fa, aveva aderito alla causa proponendo una particolarissima versione red di iPhone.

fonte: felicitapubblica.it